Lo scopo del progetto LIFEorchids (cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il programma LIFE) è contrastare l’attuale declino di orchidee spontanee, tipiche di praterie che mantengono le loro caratteristiche di biodiversità solo se gestite dall’uomo, ad esempio attraverso lo sfalcio ed il pascolo. In assenza di tali cure l’habitat è destinato a scomparire, perché prendono il sopravvento specie arbustive ed arboree che escludono le orchidee.Il progetto prevede interventi di ripristino delle praterie e reintroduzione delle orchidee in aree selezionate all’interno del Parco del Po vercellese-alessandrino (Piemonte) e del Parco di Portofino (Liguria), anche attraverso il contributo delle esperienze realizzate in Repubblica Ceca.

Ma non solo…

Le Orchidee

In un’epoca di perdita globale della biodiversità, le orchidee sono considerate ad alto rischio di estinzione, in conseguenza delle loro speciali caratteristiche.In natura, infatti, queste piante dipendono non solo dagli insetti impollinatori per la riproduzione, ma anche da specifici microrganismi (funghi) simbionti, a loro volta minacciati dai cambiamenti ambientali, i quali sono indispensabili per la germinazione dei semi e la sopravvivenza stessa delle piantine.

Diventa custode

La sopravvivenza di queste straordinarie piante e del loro ecosistema dipende dalle persone, che possono intraprendere azioni di cura e gestione del proprio territorio a salvaguardia della biodiversità locale.

Se sei il proprietario di un terreno che può rappresentare un habitat per queste piante, un utilizzatore del territorio (ad esempio un imprenditore agricolo) disposto ad applicare pratiche ad alto valore naturale, un volontario in grado di dedicare tempo ad assisterci nelle attività di progetto, e sei disponibile a diventare “custode di orchidee”, aiutandoci nella tutela dei delicati habitat che ospitano queste specie “bandiera”, mettiti in contatto con noi (custodia@lifeorchids.eu)

Sono già custodi...


Fabio Benvenuto
azienda agricola Fabio Benvenuto
Sori (GE)
www.fareagricoltura.it

Elisabetta Fenoglio
studentessa
Villanova Mondovì (CN)
@elisabetta.fenoglio.3

Rosella Rocchetti
Cascina Roccabianca, società agricola biologica
Cartosio (Al)
http://www.roccabianca.bio/
@agriroccabianca
@agriroccabianca

Alessandro Castagnino

Jacopo Calevo

Miriam Bazzicalupo

Andrea Copetta

Seguici

Iscriviti alla newsletter

Interessante webinar alla scoperta delle orchidee spontanee della Liguria organizzato ieri con Lucilla Carcano e Mario Calbi, autori del Taccuino del Monte, con un approfondimento di @JacopoCalevo. Si può trovare su FaceBook @LegambienteLomb @LIFEprogramme

Eccolo il primo Comune Custode di Orchidee selvatiche #Camagna in #Monferrato progetto @LIFEprogramme Il Monferrato de 2 ottobre 2020 @LegambienteLomb @custodiadelterr

Camagna #Monferrato comune custode di orchidee la firma al Parco del Po #Piemonte progetto @LIFEprogramme la #biodiversità diventa impegno sociale e promozione del territorio @custodiadelterr

2

Interesting and successful online meetings just passed: a networking event with other 10 @LIFEprogramme projects to plan a common path to exchange experiences and a webinar to present the management manual for orchids stewards on the agricolture that takes care of biodiversity

3
La cura dell’ambiente e della biodiversità. Per queste orchidee spontanee, per la natura. Una vera scoperta per le quantità di specie spontanee che abbiamo nelle Nostre vigne e nei Nostri campi. Curati secondo le buone pratiche dell’agricoltura biologica e naturale per la conservazione del suolo e del paesaggio. La passione per la custodia nasce perché un giorno durante lo sfalcio dell’erba mi sono accorta di questi magnifici fiori, di una bellezza e delicatezza rari che non ho potuto recidere. Ma anzi conservare. Aiutata anche da Simona di Legambiente e dai ricercatori dell’Università di Torino che seguono il progetto LIFEorchids per la custodia, ora li so riconoscere.

Rosella

Custode di Orchidee
La sopravvivenza di queste straordinarie piante e del loro ecosistema dipende dalle persone, che possono intraprendere azioni di cura e gestione del proprio territorio a salvaguardia della biodiversità locale

Rosella